Gli animali per migliorare le condizioni di vita delle persone e curare patologie.

Il termine Pet Therapy, coniato dallo psichiatra infantile Boris Levinson, sta assumendo sempre maggiore importanza e considerazione anche da parte del mondo medico e scientifico. Nel lontano 1953 le intuizioni dello psichiatra infantile hanno dato inizio ad una serie di sperimentazioni e ricerche a livello internazionale finalizzate a scoprire come gli animali domestici possono contribuire a migliorare le condizioni di vita delle persone e persino curare alcune patologie.

Gli Interventi Assistiti con gli Animali, (termine più corretto per l'identificazione della Pet Therapy) si classificano, in base all'ambito di applicazione, in Attività Assistite con gli Animali, Educazione Assistita con gli Animali e Terapie Assistite con gli Animali.

Si è affermata e si sta sviluppando anche in Italia la consapevolezza che dalla relazione con l'animale l'uomo può trarre giovamento. In particolare traggono giovamento da questa speciale relazione i bambini, le persone anziane, le persone che soffrono di disagi fisici e psichici.

I progetti di Pet Therapy che rientrano nelle Attività Assistite con gli Animali hanno finalità ludico ricreative e di socializzazione e promuovono il miglioramento della qualità della vita e la corretta interazione uomo-animale. Questi progetti sono destinati a diverse categorie di persone e possono essere realizzati in diversi luoghi

I progetti di Pet Therapy che rientrano nella Educazione Assistita con gli Animali rappresentano intervento di tipo educativo con la finalità di promuovere, attivare e sostenere le risorse e le potenzialità di crescita e progettualità individuale, di relazione ed inserimento sociale delle persone in difficoltà. Questa tipologia di progetti vede quali destinatari le persone che seguono un percorso di educazione o rieducazione in diversi luoghi, ad esempio nelle scuole.

Tra gli ambiti di applicazione più complessi e di maggiore rilievo ci sono le Terapie Assistite con gli animali. Rappresentano, come riportato nelle Linee Guida Nazionali, interventi a valenza terapeutica finalizzati alla cura di disturbi della sfera fisica, neuro e psicomotoria, cognitiva, emotiva e relazionale, rivolto a soggetti con patologie fisiche, psichiche, sensoriali o plurime, di qualunque origine. L’intervento è personalizzato sul paziente e richiede apposita prescrizione medica.
Questo particolare ambito di applicazione della Pet Therapy può svilupparsi in diversi luoghi come ospedali e case di cura ed interessare diversi disturbi, patologie o difficoltà come nel caso delle persone disabili.